Ripartenza di rigore per Looney e Lea Club: è semifinale!

Si sono giocate le ultime partite della Regular Season dell’adidas Mi Games Football League 2019/20. La Sere A ha emesso i suoi verdetti, mentre per le altre due competizioni si dovranno attendere i risultati delle gare di recupero, in programma mercoledì 7 ottobre.

SERIE A

MALDITA FC – LEA CLUB 11-12 D.C.R. (4-4)

Spettacolo – e non poteva essere altrimenti – nella prima partita del secondo turno di playoff della Serie A, in cui si sono affrontati Maldita FC e Lea Club. Nei rossoblù mancava capitan Padovani, infortunatosi (incredibilmente) giocando a basket, ma è stato sostituito alla grande da Scapuzzi. I campioni in carica dello “scorso anno” invece si presentano al gran completo, con mister Severino che poteva disporre di ben 12 giocatori durante l’arco della gara.

Pronti via e il sinistro di Savino direttamente dal dischetto del centrocampo impietrisce Paloschi, trovando però l’incrocio dei pali. Lo shock non riesce a “scongelare” i Maldita, che pochi minuti dopo vengono puniti da Vaini, abile a deviare in rete un batti e ribatti in area. Ancora il legno a salvare Nobile e co. dal 2-0, che però arriva puntuale direttamente da calcio piazzato: dalla sua mattonella (fuoriarea sul centrosinistra) Savino non perdona e raddoppia. Torraco prova a suonare la carica, con un’incursione in area in cui riesce a battere Migliorin ed accorciare le distanze; ma è un fuoco di paglia, perché i Lea trovano un micidiale 1-2 che li porta sul 4-1, con il grandissimo gol di Blandini (botta all’incrocio da fuori area) e la seconda rete di Vaini.

L’intervallo permette ai Maldita di riordinare le idee: se nel primo tempo la retroguardia dei Lea era stata pressoché impeccabile, nel secondo – complice anche qualche aggiustamento tattico di coach Santamaria – i rossoblu compiono una clamorosa rimonta. Prima Mistretta trova la deviazione vincente sugli sviluppi di un calcio d’angolo, poi Scapuzzi (incontenibile nella seconda frazione) firma il 3-4 con un destro che non lascia scampo a Migliorin. Lo stesso n. 13 è autore del tiro-cross su cui si avventa come un falco Casartelli, che riporta tutto in parità. 4-4 e squadre che non riescono più (o scelgono) a pungersi, rimandando il discorso qualificazione ai calci di rigore.

La tensione non spaventa Vaini, Nobile e Lettieri, mentre Pasquetti trova l’opposizione decisiva di Migliorin, che porta in vantaggio i Lea. Segnano tutti fino al 5° turno, quando Merlo si presenta per il tiro deciso; Paloschi non ci sta e ribatte la conclusione del 18 in verdino, poi Mistretta fulmina il portiere portando la serie ad oltranza. I successivi rigoristi sono infallibili (inclusi i due portieri), così si riparte dall’inizio: ma come prima, Pasquetti trema e Migliorin para: Lea avanti (contro Donati) e Maldita tradita dagli 11 metri.

SERIE B

LOONEY FT – FC TOMMASI 8-7 D.C.R. (4-4)

Partita dalle mille emozioni tra Looney FT ed FC Tommasi, vicecampioni dell’Europa League 2018/19: ci sono voluti i calci di rigore per stabilire chi sarà l’avversario dei Lokomotiv Losca nella semifinale del prossimo 18 maggio, visto che i tempi regolamentari si sono chiusi sul 3-3.

Squadre rimaneggiate ma non per questo meno agguerrite: partono meglio gli arancioni capitanati da Matteo Locatelli, che si portano subito in vantaggio con Brugnoli al 3’. I bianconeri rispondono con un buon fraseggio e qualche conclusione dalla distanza, non sufficientemente precise per impensierire il portiere Sterza. Sul finire del primo tempo, Locatelli trova la rasoiata vincente del 2-0, ma subito dopo Magat accorcia le distanze beffando l’estremo difensore avversario. La seconda frazione si apre subito con il pareggio dei Looney firmato da Barrozo, ma immediatamente Brugnoli porta avanti i suoi, firmando una clamorosa doppietta.

Sul 2-3 Tommasi si difende con ordine, ma non riesce a sferrare il colpo del ko, nonostante gli ampi spazi lasciati dai Looney, sbilanciati alla ricerca del pareggio. Che effettivamente trovano al 14’ con il funambolico Atienza, autore di un’ottima partita. I bianconeri avrebbero anche la palla del sorpasso a 180 secondi dalla fine, quando Locatelli commette fallo sulla linea dell’area e l’arbitro concede la massima punizione. Dal dischetto però Sterza ipnotizza letteralmente Atienza, rimandando tutto alla lotteria dei rigori.

Dal dischetto, gli errori di Jacobone (parato) e Magat (fuori) fanno andare la serie ad oltranza, ma al primo tentativo Beltran neutralizza il tiro di Pedercini, mentre Barrozo batte sterza: i Looney avanzano, i Tommasi salutano a testa alta.