Tag: adidas football

Gli Infamous concedono il bis battendo i Burkina: la Serie C è loro!

SERIE C

Infamous FC – Burkina Sfaso 10-1

Gli Infamous si ripetono: dopo il successo ai rigori dell’Europa League 2018/19, gli “infami” si ripetono in Serie C contro i Burkina Sfaso, puniti troppo severamente dopo un primo tempo giocato alla pari.

Oltre alla differenza di valori in campo, hanno inciso molto le assenze nelle file dei “leoni di Milano”, che si sono presentati sul centrale del Masseroni 2 con solo 7 superstiti e privi di capitan Zoboli, leader tecnico della squadra.

Eppure nella prima frazione, De Zagon e compagni avevano risposto presente ad ogni tentativo dei gialloneri, andando anche in vantaggio con un rigore di Ventimiglia, che non ha lasciato scampo a Funck. A sciogliere gli Infamous ci ha pensato Federico Esposito, che prima ha pareggiato i conti con un tap-in ravvicinato, poi ha messo la freccia con il rigore del 2-1, risultato con il quale è terminato il primo tempo.

In apertura di ripresa è arrivato subito il 3-1 di Romano, poi in soli 6 minuti Elia, Pellegrino, ancora Romano ed Esposito hanno messo al sicuro la vittoria; ad arrotondare il punteggio, complice anche il serbatoio vuoto tra le fila dei Burkina (e l’assenza di cambi) ci ha pensato la doppietta di Boni ed il quarto gol personale di Esposito, motore della squadra degli Infamous per tutta la stagione.

Finisce come a maggio 2019, con capitan Mezzadra ad alzare al cielo la coppa dei vincitori e i compagni a fare festa: 2 vittorie in altrettante partecipazioni non è cosa da tutti! Onore comunque ai Burkina, che hanno migliorato sensibilmente non solo il piazzamento finale, ma anche il gioco espresso rispetto alla scorsa edizione.

La Losca è un vero e proprio treno: Tango battuti e Serie B conquistata!

SERIE B

LOKOMITIV LOSCA – TANGO SQUAD 7-2

La Serie B dell’adidas Mi Games Football League 2019/20 va ai Lokomotiv Losca, che schiacciano senza appello Tango Squad.

Mirabella e compagni disputano un grandissimo primo tempo, concluso sul 5-1, e poi amministrano il risultato nella seconda frazione, rispondendo subito ai tentativi di rimonta dei ragazzi della Tango.

L’inizio è di quelli shock per Bertoni e compagni, che dopo 15’ sono sotto di 4 gol: micidiale il doppio “uno-due” firmato da Maltese e Pasotti (4’ e 6’) e dallo stesso n. 21 e Ravano (13’ e 14’). Capitan Bertoni prova a scuotere i suoi con il gol del 4-1 (18’), ma allo scadere della prima frazione ancora Maltese firma la manita con la sua personale doppietta.

In apertura di secondo tempo Zennaro accorcia le distanze, mettendo a segno il suo quarto gol in due partite. Ma la Losca è una locomotiva inarrestabile, e dopo aver contenuto i tentativi di rimonta della Tango, chiude i conti con le reti di Tebaldi e ancora Pasotti, autore di una tripletta.

Dopo 3 anni i gialloneri riescono ad arrivare sul gradino più alto del podio, dopo averlo sfiorato nella prima edizione (terminata in semifinale di Champions 2017/18), mentre i viola migliorano l’esperienza dello “scorso anno”, quando si erano fermati ai gironi di Champions.

Civico Uno vince la Serie A: battuto Ristorante Donati 5 a 4!

SERIE A

RISTORANTE DONATI – FC CIVICO UNO 4-5

FC Civico Uno vince l’adidas Mi Games Football League, stagione 2019/20. Dopo una bellissima partita contro Ristorante Donati, una delle squadre (se non la squadra) da battere di questa terza edizione del campionato invernale di Mi Games e adidas, capitan Uggeri e compagni alzano al cielo il trofeo, entrando nell’albo d’oro dei vincitori dopo I Somari (2017/18) e AM Lea (2018/19).

Dopo non essersi mai incrociate durante l’arco di questa lunghissima stagione, le due compagni si trovano di fronte all’ultimo atto della Serie A: i Civico dopo aver superato di misura gli amici-nemici Piccionazzi, i Donati dopo aver battuto in modo convincente LEA Club.

Il tema dell’incontro è chiaro fin dalle prime battute: la freschezza dei giovani in maglia nera, trascinati da Gallizia e dai funanbolici fratelli Melogli, contro la tecnica e l’esperienza dei ragazzotti in rosa, guidati dagli ex pro Tiribocchi e Budel.

I gol arrivano quasi subito: al 5’ è Gallizia a portare avanti i Civico, ma 3 minuti più tardi il Tir Tiribocchi pareggia i conti. Nonostante le diverse occasioni che si susseguono nel corso di tutto il primo tempo, il risultato resta in parità, merito anche delle parate di Trezza e Liuni, molto reattivi quando chiamati in causa.

Nella ripresa succede di tutto: al 2’ Carlo Melogli riporta avanti i ragazzi di Uggeri, ma 60’’ più tardi Melosi firma il 2-2. Al 10’ Budel calcia in modo impeccabile una punizione dal limite dell’area, portando avanti per la prima volta i Donati. I Civico reagiscono subito con rabbia e qualità, mettendo a segno 3 gol in 5 minuti: Loi conclude una stupenda azione personale di Gallizia appoggiando in rete la palla del 3-3, poi lo stesso n. 8 trasforma il rigore del sorpasso (atterramento ai suoi danni da parte del portiere), mentre al 17’ è ‘altro Melogli, Giovanni, a battere Trezza per il 5-3. Ristorante Donati non molla, nonostante il ritmo decisamente più altro imposto dai giovani in maglia nera, ed accorcia ancora le distanze con il rigore trasformato da Budel. Ma nei 5 minuti rimanenti Uggeri e compagni resistono senza soffrire più di tanto, nonostante i rosa mettano in campo anche Rolando Bianchi per cercare il pareggio.

Il triplice fischio fa scattare la festa dei Civico Uno, che conquistano il titolo alla prima partecipazione al campionato. Per i Donati rimane l’ottimo cammino in campionato ed un piazzamento migliore rispetto alla scorsa edizione, quando il cammino venne interrotto in semifinale dall’allora AM Lea.

Infamous di nuovo in finale! I rigori condannano Shallo

SERIE C

Shallo FC – Infamous FC 6-7 d.c.r. (2-2)

Il quarto epilogo (su 5) ai rigori di questa settimana manda gli Infamous in finale di Serie C. I campioni in carica della scorsa Europa League si contenderanno nuovamente un titolo dopo il successo della scorsa edizione al termine di un match equilibratissimo contro Shallo Futebol Clube, che nonostante le defezioni ha dato battaglia fino all’ultimo.

Tra i biancorossi di scuola Perego e Pepperoni (vecchie conoscenze dei campionati passati) mancano il capitano Cinelli (disperso in Friuli), il bomber Bandi e soprattutto Di Capua, perno equilibratore della difesa. I gialloneri invece si presentano quasi al completo, con le sole assenze di capitan Mezzadra, Elia e Contini.

La partita è un continuo ping pong di occasioni, prima da una parte e poi dall’altra, con tanta garra e portieri sempre attenti. I più attivi sono Pellegrino (Infamous) e Giovetti (Shallo), che non sorprendono gli attenti Fontana Rava e Funck. Lo fa invece Zanon, che sblocca il match all’11’ con una maligna punizione passa tra una selva di gambe e il mascherato estremo difensore giallonero. Gli Infamous allora si riversano in avanti e sfiorano il pareggio in più occasioni, con Fontana Rava che è chiamato agli straordinari. Dopo che Giovetti fallisce il 2-0, arriva puntuale il castigo degli avversari, con Pesenti che appoggia comodamente in rete un assist di Pellegrino.

Nel secondo tempo la musica non cambia, ma i gol arrivano subito. Quello degli Infamous è un capolavoro di Esposito, che riceve palla da una rimessa laterale e con una girata rapidissima al volo impietrisce Fontana Rava. La risposta degli Shallo si fa attendere solo due minuti: lo schema su punizione libera ancora Zanon al tiro, che esplode un destro imparabile per Funck. 2-2. Da qui in poi si alternano occasioni da una parte e dall’altra con i vari Romano, Sacco, Nannini, Bottini, Boni, Riva e i soliti Esposito e Giovetti, ma Funck e Fontana Rava dicono sempre di no.

Si va quindi ai rigori, e non poteva essere altrimenti per una partita che ha sottolineato l’ottimo livello delle due squadre: il primo colpo di scena lo regala Bottini, il cui rigore finisce fuori, imitato il turno successivo da Pesenti, che spiazza il portiere ma non centra la porta. I gol di Zanon e Pellegrino portano la serie ad oltranza: Riva e Rovetta fanno il loro dovere, cedendo l’ultimo tiro ai due portieri: Fontana Rava centra in pieno il palo, Funck no. Infamous in finale, Shallo che chiude questa lunghissima stagione al terzo posto.

I Piccionazzi come la fenice: è semifinale! Tango si prende la rivincita ed elimina gli Umili

SERIE A

AC Teetan – I Piccionazzi 10-11 d.c.r. (6-6)

I Piccionazzi volano in semifinale dopo una partita a dir poco tennistica contro i vicecampioni in carica degli AC Teetan. Sul campo “innevato” del Masseroni 2 le due squadre non si sono risparmiate, ma i ragazzi di capitan Picchi devono recitare il mea culpa per aver sprecato delle ghiotte occasioni per mettere in ghiaccio la partita, mentre i pennuti non hanno mai mollato, venendo ampiamente ricompensati dall’esito finale.

La partita è frizzante fin dalle prime battute: i 14 in campo devono ovviamente ritrovare confidenza dopo un periodo di stop così lungo, ma nonostante questo si affrontano a viso aperto. A rompere gli indugi ci pensa La Russa, ma la gioia del vantaggio dura poco, perché prima Limitone e poi Rossetti, grazie ad un perfetto schema su punizione, battono Barzaghi e portano avanti i Titani. Di Vincenzo ristabilisce la parità, ma Cerrato firma il 3-2 con una bellissima conclusione di sinistro. Prima dello scadere del tempo, Iurlaro batte Andrea Piagni e si va al riposo in perfetto equilibrio.

Nella seconda frazione i Teetan sembrano avere una marcia in più: una bellissima azione corale conclusa dal sinistro di Simonato regala il 4-3 ai blu, che poi approfittano della scarsa copertura in difesa degli avversari per far tremare Barzaghi, che però non capitola, sia per merito proprio, sia per l’imprecisione al tiro o nell’ultimo passaggio dei Teetan. Così è ancora Di Vincenzo a pareggiare i conti, ma poi Mattia Nocco e Simonato (doppietta) si guadagnano il +2 sui Piccionazzi. A 3’ dal termine è Filippo Bianchi (autore di una gara di spessore, sia fisico che tecnico) a riaccendere le speranze dei biancocelesti, che con un colpo di coda all’ultimissima azione si guadagnano i calci di rigore: fallo su Di Vincenzo, punizione battuta forte e tesa da Bianchi, confusione in area che viene risolta dallo stesso n. 9, che firma la sua tripletta ed il 6-6 finale.

Come al martedì, i rigori si confermano una vera e propria roulette russa: i primi 4 tiratori di ogni squadra sono impeccabili, con conclusioni veramente imparabili per entrambi gli estremi difensori. Al quinto rigore, per i Piccionazzi si presenta Iurlaro: Piagni lo strega e il n. 12 gli tira in bocca. Sul dischetto, per i Teetan, si presenta il fratello Alessandro, che potrebbe mandare i suoi in finale: Barzaghi è spiazzato, ma la conclusione del n. 24 è troppo angolata e termina sul palo. Si va ad oltranza: Decio rimane freddo e segna, Rossetti invece spara alle stelle la palla del pareggio. Come nella finale della scorsa edizione, i Teetan vedono il loro sogno svanire ai calci di rigore, mentre i Piccionazzi ritornano in semifinale dopo quella disputata ormai 3 anni fa: ad attenderli ci saranno i nemici-amici dell’FC Civico Uno.

SERIE B

Umili FC – Tango Squad 2-4

Tango Squad strappa il pass per le semifinali (contro PwC Italy) battendo per 4-2 i rimaneggiatissimi Umili. La squadra di Mareid (assente per infortunio) ha resistito praticamente un tempo, grazie alla prova maiuscola di Fanfani, ma alla lunga i cambi ed una migliore freschezza atletica di Bertoni e compagni hanno fatto la differenza.

In una partita da dentro o fuori, entrambe le squadre preferiscono attendere e studiarsi un attimo prima di affondare il colpo, ma al primo vero sussulto la partita accelera improvvisamente. Ferraguto rompe gli indugi con il destro dell’1-0, ma capitan Bertoni ristabiliste immediatamente l’equilibrio 2 minuti dopo.

Il n. 21 non si accontenta, e allo scadere della prima frazione trova la rete del 2-1, dopo che Fanfani, Capobianco e Semenzato avevano impegnato seriamente il portiere Croari, sempre attento quando chiamato in causa. L’intervallo non ha interrotto la spinta offensiva degli Umili, che al rientro in campo trovano subito il pareggio, ancora con Ferraguto.

Il 2-2 sembra accontentare le squadre, frenate dalla stanchezza e poco lucide nell’imbastire nitide occasioni da gol. Basta però un attimo di distrazione per cambiare le sorti dell’incontro: un cross di Semenzato viene intercettato da Croari, rilancio immediato per Riccardo Basilico, lasciato colpevolmente solo: il bomber Tango controlla e libera il suo destro, sorprendendo Giovanditti. Poco dopo anche Zennaro entra nel tabellino della gara, firmando il 2-4. Il micidiale uno-due dei ragazzi adidas taglia le gambe ai blancos, che non riescono più ad impensierire il portiere avversario. Tango Squad si prende la rivincita dopo la sconfitta in Regular Season (8-5) e va in finale, mentre gli Umili, in questa prima partecipazione all’adidas Mi Games Football League, hanno dimostrato – se al completo – di poter competere contro chiunque.

Ripartenza di rigore per Looney e Lea Club: è semifinale!

Si sono giocate le ultime partite della Regular Season dell’adidas Mi Games Football League 2019/20. La Sere A ha emesso i suoi verdetti, mentre per le altre due competizioni si dovranno attendere i risultati delle gare di recupero, in programma mercoledì 7 ottobre.

SERIE A

MALDITA FC – LEA CLUB 11-12 D.C.R. (4-4)

Spettacolo – e non poteva essere altrimenti – nella prima partita del secondo turno di playoff della Serie A, in cui si sono affrontati Maldita FC e Lea Club. Nei rossoblù mancava capitan Padovani, infortunatosi (incredibilmente) giocando a basket, ma è stato sostituito alla grande da Scapuzzi. I campioni in carica dello “scorso anno” invece si presentano al gran completo, con mister Severino che poteva disporre di ben 12 giocatori durante l’arco della gara.

Pronti via e il sinistro di Savino direttamente dal dischetto del centrocampo impietrisce Paloschi, trovando però l’incrocio dei pali. Lo shock non riesce a “scongelare” i Maldita, che pochi minuti dopo vengono puniti da Vaini, abile a deviare in rete un batti e ribatti in area. Ancora il legno a salvare Nobile e co. dal 2-0, che però arriva puntuale direttamente da calcio piazzato: dalla sua mattonella (fuoriarea sul centrosinistra) Savino non perdona e raddoppia. Torraco prova a suonare la carica, con un’incursione in area in cui riesce a battere Migliorin ed accorciare le distanze; ma è un fuoco di paglia, perché i Lea trovano un micidiale 1-2 che li porta sul 4-1, con il grandissimo gol di Blandini (botta all’incrocio da fuori area) e la seconda rete di Vaini.

L’intervallo permette ai Maldita di riordinare le idee: se nel primo tempo la retroguardia dei Lea era stata pressoché impeccabile, nel secondo – complice anche qualche aggiustamento tattico di coach Santamaria – i rossoblu compiono una clamorosa rimonta. Prima Mistretta trova la deviazione vincente sugli sviluppi di un calcio d’angolo, poi Scapuzzi (incontenibile nella seconda frazione) firma il 3-4 con un destro che non lascia scampo a Migliorin. Lo stesso n. 13 è autore del tiro-cross su cui si avventa come un falco Casartelli, che riporta tutto in parità. 4-4 e squadre che non riescono più (o scelgono) a pungersi, rimandando il discorso qualificazione ai calci di rigore.

La tensione non spaventa Vaini, Nobile e Lettieri, mentre Pasquetti trova l’opposizione decisiva di Migliorin, che porta in vantaggio i Lea. Segnano tutti fino al 5° turno, quando Merlo si presenta per il tiro deciso; Paloschi non ci sta e ribatte la conclusione del 18 in verdino, poi Mistretta fulmina il portiere portando la serie ad oltranza. I successivi rigoristi sono infallibili (inclusi i due portieri), così si riparte dall’inizio: ma come prima, Pasquetti trema e Migliorin para: Lea avanti (contro Donati) e Maldita tradita dagli 11 metri.

SERIE B

LOONEY FT – FC TOMMASI 8-7 D.C.R. (4-4)

Partita dalle mille emozioni tra Looney FT ed FC Tommasi, vicecampioni dell’Europa League 2018/19: ci sono voluti i calci di rigore per stabilire chi sarà l’avversario dei Lokomotiv Losca nella semifinale del prossimo 18 maggio, visto che i tempi regolamentari si sono chiusi sul 3-3.

Squadre rimaneggiate ma non per questo meno agguerrite: partono meglio gli arancioni capitanati da Matteo Locatelli, che si portano subito in vantaggio con Brugnoli al 3’. I bianconeri rispondono con un buon fraseggio e qualche conclusione dalla distanza, non sufficientemente precise per impensierire il portiere Sterza. Sul finire del primo tempo, Locatelli trova la rasoiata vincente del 2-0, ma subito dopo Magat accorcia le distanze beffando l’estremo difensore avversario. La seconda frazione si apre subito con il pareggio dei Looney firmato da Barrozo, ma immediatamente Brugnoli porta avanti i suoi, firmando una clamorosa doppietta.

Sul 2-3 Tommasi si difende con ordine, ma non riesce a sferrare il colpo del ko, nonostante gli ampi spazi lasciati dai Looney, sbilanciati alla ricerca del pareggio. Che effettivamente trovano al 14’ con il funambolico Atienza, autore di un’ottima partita. I bianconeri avrebbero anche la palla del sorpasso a 180 secondi dalla fine, quando Locatelli commette fallo sulla linea dell’area e l’arbitro concede la massima punizione. Dal dischetto però Sterza ipnotizza letteralmente Atienza, rimandando tutto alla lotteria dei rigori.

Dal dischetto, gli errori di Jacobone (parato) e Magat (fuori) fanno andare la serie ad oltranza, ma al primo tentativo Beltran neutralizza il tiro di Pedercini, mentre Barrozo batte sterza: i Looney avanzano, i Tommasi salutano a testa alta.

adidas presenta COPA SENSE, con nuove tecnologie per un tocco assoluto

Costruita dall’interno all’esterno, COPA SENSE è progettata per offrire una maggiore sinergia tra la scarpa e il pallone

COPA SENSE integra innovazioni senza precedenti: SENSEPODS, TOUCHPODS e la tecnologia SOFTSTUD

Gli spazi vuoti tra il piede e la scarpa vengono eliminati per assicurare una migliore percezione e un tocco ottimale

adidas Copa Sense

Herzogenaurach, 16 febbraio 2021 – adidas presenta oggi COPA SENSE, una scarpa che segna un’importante evoluzione nella gamma COPA, per aiutare gli atleti a diventare la migliore versione di sé in campo. Progettata dall’interno all’esterno utilizzando informazioni anatomiche sul piede, COPA SENSE integra nuove innovazioni tecniche targate adidas, ovvero SENSEPODS, TOUCHPODS e SOFTSTUDS, che offrono una migliore percezione e un tocco ottimale per chi le indossa.

Partendo da un’analisi dettagliata dei complessi meccanismi alla base del piede, il team di adidas ha mappato una serie di suole con forme diverse per capire dove ci fosse maggiore contatto tra il piede e il pallone. Questo processo ha portato alla creazione di SENSEPODS attentamente posizionati, un’innovazione senza precedenti progettata per ridurre al minimo ed eliminare gli spazi vuoti intorno alla caviglia e al tendine di Achille. Gli elementi in schiuma si collocano anatomicamente in corrispondenza del calcagno, riempiendo lo spazio per creare una connessione perfetta tra pallone e piede.

La seconda innovazione della nuova COPA SENSE sono i TOUCHPODS, posizionati nell’area centrale e laterale della scarpa. Questi elementi sono progettati per assorbire l’impatto del pallone nei punti della scarpa in cui il contatto tra le due superfici risulta più frequente.

COPA SENSE segna anche il debutto di SOFTSTUDS, due tacchetti al centro dell’avampiede iniettati con un materiale più morbido, in modo da piegarsi nell’impatto con il pallone.

La tomaia dal look classico si avvale di FUSIONSKIN, un materiale che asseconda la forma del piede. Realizzata con un materiale che coniuga alla perfezione pelle e PRIMEKNIT, FUSIONSKIN ha anche il vantaggio di ridurre il tasso di assorbimento dell’acqua e migliorare la flessibilità.

Infine la forma del collo di COPA SENSE è leggermente ruotata e aperta nella zona laterale, per seguire la forma della caviglia. Questo elemento è stato progettato per fornire una calzata anatomica, consentendo l’allungamento della scarpa in base alla forma del piede: il merito è di un materiale leggermente elasticizzato usato nel processo di costruzione.

COPA SENSE (prezzo consigliato: 280 €) verrà indossata da alcuni dei migliori giocatori al mondo, tra cui Paulo Dybala, Lorenzo Insigne, Melanie Leupolz, Jude Bellingham e Martina Rosucci, e da oggi è disponibile in tutto il mondo in pre-ordine sul sito adidas.com e presso rivenditori selezionati.

Per saperne di più, visita la pagina: adidas.com/football. Segui la discussione su Instagram, Facebook e Twitter con l’hashtag #COPA e il tag @adidasfootball.

adidas presenta le nuove Predator FREAK con tecnologia Demonskin a 360° per un controllo di palla perfetto

Progettate per trasformare il gioco, le nuove PREDATOR sono interamente rivestite di spikes DEMONSKIN per gestire perfettamente la traiettoria e i movimenti della palla in campo

Il design, aggiornato con il contributo dei grandi campioni, prevede una silhouette spettacolare con un nuovo collarino alto bipartito

Disponibili già da oggi le PREDATOR FREAK saranno indossate dalle star del calcio mondiale: Paul Pogba, Toni Duggan, Marc-Andre Ter Stegan, David Alaba e Abby Dahlkemper

adidas ha presentato PREDATOR FREAK, la nuova scarpa da calcio pensata per rivoluzionare le prestazioni degli atleti e offrire un controllo di palla ancora più preciso. Evoluzione delle storiche PREDATOR, il design rivisitato amplia la superficie coperta dagli spikes DEMONSKIN e migliora ulteriormente la calzata con un solo obiettivo: permettere ai giocatori di dare il meglio di sé in partita.

Nelle nuove PREDATOR FREAK, l’esclusiva tecnologia DEMONSKIN di adidas avvolge la tomaia a 360°. Introdotta per la prima volta la scorsa stagione, consiste in uno strato texturizzato composto da piccole punte applicato sulla tomaia progettato per migliorare il grip e il contatto con la palla. Frutto di anni di ricerche e test basati sui dati, DEMONSKIN nasce da un algoritmo informatico utilizzato per creare un’interfaccia completamente nuova tra la scarpa e il pallone. Partendo dall’esperienza diretta dei giocatori, per il 2021 sono aumentati il numero di spikes, posizionandoli strategicamente per controllare con maggior precisione l’effetto del tiro.

 “Fin dalla prima volta che le ho indossate, ho capito che adidas aveva creato qualcosa di speciale con DEMONSKIN. Mi è bastato toccare il pallone per sentire una differenza sostanziale nel contatto con il piede. Sono contento che la mia esperienza sia servita per mettere a punto il nuovo design delle PREDATOR”.
Paul Pogba, centrocampista del Manchester United

Fin dal 1994, il nome di adidas PREDATOR è associato a quello dei più grandi campioni, confermandosi una colonna portante della cultura calcistica. PREDATOR FREAK onora ancora una volta la tradizione mettendosi al servizio di giocatori del calibro di Paul Pogba, Toni Duggan, Marc-Andre Ter Stegan, David Alaba e Abby Dahlkemper. Le nuove adidas PREDATOR FREAK (prezzo consigliato: 280 €) sono già disponibili in tutto il mondo sul sito adidas.com e presso i rivenditori selezionati.

Per saperne di più, visita la pagina su adidas.it e segui la discussione su Instagram e Facebook con l’hashtag #Predator e il tag @adidasfootball.

#Recap: Serie A-B-C | Matchweek 14

Si sono giocate le ultime partite della Regular Season dell’adidas Mi Games Football League 2019/20. La Sere A ha emesso i suoi verdetti, mentre per le altre due competizioni si dovranno attendere i risultati delle gare di recupero, in programma mercoledì 7 ottobre.

.

SERIE A

La settima e ultima giornata di Serie A si è aperta con la sfida tra Piccionazzi e CSK La Serata. Costantini e compagni dovevano vincere per mantenere la quarta posizione, ma si sono dovuti arrendere ai piccioni, trascinati da un super Filippo Bianchi, autore anche stasera di un poker. La gara è stata equilibrata per tutto il primo tempo, ma poi 3 gol i pochi minuti hanno steso i biancorossi, nonostante lo stesso Costantini e il redivivo Marsanasco abbiano provato ad alimentare la rimonta. Completano il tabellino i gol di Iurlaro e Baglioni per i bianco celesti, e quello di Matteo Rossi per i biancorossi.

Il big match di giornata è andato in scena mercoledì alle 21:00 con la sfida tra Ristorante Donati ed AC Teetan: i rosa erano già sicuri di finire nelle prime due posizioni, mentre i Titani con una vittoria avrebbero conquistato la vetta della classifica. Ne è uscita dunque una sfida spettacolare, con il vantaggio di Rolando Bianchi pareggiato subito da Piovani; una splendida volèe di Simonato ha portato Picchi e compagni sul 2-1, con il vantaggio che è aumentato in apertura di ripresa grazie alla maligna punizione di Khamsi, che ha sorpreso Boerchio. Donati non ha gettato la spugna ed ha risposto immediatamente con Cappellini, lesto a ribattere in rete una miracolosa respinta di Samaritani, e Tiribocchi, che ha fulminato l’estremo difensore dei titani con un diagonale da manuale. La rimonta è stata completata da Canini, con un velenoso tiro-cross che ha sorpreso l’intera retroguardia dei Teetan; a riequilibrare il punteggio ci ha pensato una sfortunata deviazione di Budel, che ha infilato il proprio portiere siglando il definitivo 4-4.

Gara altrettanto spettacolare quella tra $€GVRO €BBA$TA e Civico Uno, nonostante una netta supremazia da parte dei ragazzi in maglia nera, che hanno prodotto tante occasioni da rete, ma hanno dovuto fare i conti sia con la propria imprecisione sotto porta sia con un Ligorio in serata di grazia. Al vantaggio di Gallizia ha risposto immediatamente Melziade, con una bellissima conclusione di sinistro, da vedere e rivedere. Sul finale di tempo però, Wardah ha portato avanti i Civico, imitato pochi minuti dopo dal proprio compagno Giovanni Melogli, che si è ripetuto nel secondo tempo, portando a 4 le marcature.

Ritorna alla vittoria LEA Club, dopo 2 sconfitte consecutive, che travolge 8-0 i Maldita, in formazione ampiamente rimaneggiata e costretti a schierare qualche giocatore acciaccato. I campioni in carica non hanno tolto il piede dall’acceleratore, andando a segno con ben 7 giocatori: Blandini, Fautario, Franzosi, Merlo, Savino, Pepe e Vaini, autore di una doppietta.

Donati termina al primo posto la regular Season, seguito dai Civico Uno, che in virtù deli scontri diretti sono davanti ai Teetan, terzi, LEA Club riesce a conquistare la quarta piazza, che farà saltare a Venanzetti e compagni il primo turno dei playoff. Con la vittoria di martedì, i Piccionazzi guadagnato la quinta posizione proprio ai danni dei CSK, ed andranno ad affrontare i $€GVRO €BBA$TA, settimi, mentre i Maldita se la vedranno con le tigri biancorosse.

SERIE B

Lokomitv Losca e Tango Squad vincono l’ultima partita della Regular Season grazie al forfait di Pini e Twin Style, ma si troveranno di fronte mercoledì prossimo per recuperare la partita rinviata a febbraio.

PwC Italy dopo il via libera torna a calcare i campi del Masseroni vincendo per 7 a 4 contro i Looney FT: bella partita, condita dalle doppiette di Longano, Rossini e Lotto e dal gol di Caserta. Ai bianconeri, non basta aver ritrovato il portiere Beltran e una buona prestazione per portare a casa punti, ma i gol di Ramos, Barrozo, Magat ed Elescano possono far ben sperare in ottica playoff.

Il match clou dell’ultima giornata di Serie B metteva di fronte Tommasi ed Umili, due delle squadre più in forma di questo settembre: gli arancioni, dopo la prima partita post lockdown sembrano aver trovato la quadratura del cerchio, acquisendo quella solidità che è mancata per tutta la stagione, mentre i bianconeri erano reduci da 3 vittorie consecutive. Ne è uscita una partita equilibrata, con il primo tempo conclusosi con i Tommasi in vantaggio per 2 a 1, grazie alle reti di Matteo Locatelli e Lietti, ed alla rete di Galletta. Nella seconda frazione di gioco, ci ha pensato capitan Mareid a ristabilire la parità, con un gran tiro dalla distanza.

In classifica, con i Losca a 15 e gli umili a 13 (i attesa di recuperare una partita), la situazione in standby riguarda la 3° e 4° posizione, con 3 squadre a 10 punti: i Tommasi hanno terminato le partite da disputare, ma sono forti dello scontro diretto vinto contro i Tango la scorsa settimana; tra PwC e Tango invece ci f un clamoroso 3-3 a febbraio, che potrebbe avvantaggiare proprio gli arancioni, in caso di contemporanea doppia sconfitta nei recuperi di mercoledì.

SERIE C

L’ultima giornata di Serie C si chiude con il botto: il big match infatti ha messo di fronte gli Infamous FC, al primo posto matematico dopo il forfait di AS Orca, e gli Shallo FC, che dovevano difendere la seconda posizione per saltare un turno di playoff. A decidere una partita molto equilibrata è stata la doppietta di Esposito, il terzino goleador dei campioni della scorsa Europa League, dopo che Aracci, Giovetti e Zanon avevano pareggiato i gol di Nannini e Pellegrino, tornato a guidare l’attacco dopo il ritorno di Funck in porta.

Con Infamous e Burkina Sfaso spettatori interessati, i playoff metteranno di fronte Shallo Futebol Clube vs Caipiranhas e Real Crisantemi vs New Team.

#Recap: Serie A-B-C | Matchweek 13

Penultima giornata della Regular Season dell’adidas Mi Games Football League 2019/20. Nel prossimo turno, si definiranno le griglie dei playoff (aspettando i recuperi del 7 ottobre), che daranno il là alla bagarre per la vittoria finale.

.

SERIE A

La sesta giornata della Serie A si apre con la spettacolare sfida tra Piccionazzi e Ristorante Donati: 12 gol e tante giocate da far vedere e rivedere per entrambe le squadre, con la squadra degli ex giocatori di Serie A che alla fine la spunta per 7 a 5. Filippo Bianchi si conferma sempre più capocannoniere del mese di settembre, con altri 2 gol, mentre Barzaghi sfodera una prestazione super, arrendendosi solo ai colpi di Allegretti (tripletta) e Budel (doppietta).

Partita ricca di gol anche tra CSK La Serata e Maldita FC, che si dividono la posta in palio pareggiando 4-4. Succede tutto nel primo tempo, con Nobile che fa e disfa segnando anche nella propria porta; Costantini e Matteo Rossi (per due volte) rispondono ai gol di Mistretta, Ghedini e Pasquetti. Un punto a testa, con Maldita che condivide l’ultima posizione insieme a $€GVRO e Piccionazzi, mentre CSK si trova al quarto posto solitario che vuol dire 2° turno diretto dei playoff.

$€GVRO €BBA$TA vende cara la pelle ma soccombe di fronte ai Teetan, che pur privi di un portiere di ruolo (schierato Piovani tra i pali) riescono ad avere la meglio vincendo per 7 a 4, grazie ad una prestazione monstre di Khamsi, che mette a referto un poker. Ottimo esordio per il giovane Liso, autore di una doppietta, così come per Cerrato, uno dei punti fermi dei titani, che mantengono il 2° posto in classifica.

Continua nella sua serie positiva Civico Uno, che batte i campioni in carica LEA Club nel big match della penultima giornata. Dopo un primo tempo equilibrato, concluso con il vantaggio di Gallizia, la ripresa si apre con l’immediato pareggio di Savino; ma tra il 10’ e il 15’ i neri mettono a segno 3 gol in rapida successione (ad opera dei fratelli Melogli e Tolusso) che mettono al sicuro il risultato, nonostante Tanci riapra i giochi a 3’ dalla fine.

SERIE B

La penultima giornata di Serie B si apre con il ritorno in campo degli AC Pini, dopo mesi di assenza. Gaifami e compagni mettono in campo tutta la loro voglia di giocare rifilando un severo 7 a 3 ai Looney FT, che dopo la vittoria alla ripresa post lockdown hanno perso per infortunio il portiere titolare, dovendo schierare Barrozo (che di ruolo fa il difensore) tra i pali. Sugli scudi tra i “sempreverdi” Allegrini, che mette a segno il pokerissimo, mentre tra i bianconeri ancora un’ottima prestazione di Ramos, al momento secondo nella classifica MVP di settembre.

Seconda vittoria consecutiva per gli FC Tommasi, che grazie al gol di Lietti all’ultima azione riescono ad aver ragione della Tango Squad per 3 a 2. I viola erano riusciti a recuperare il doppio svantaggio del primo tempo (Cosco e Lietti) con la doppietta di Barberini nella seconda frazione di gioco; ma quando i giochi sembravano fatti, il n. 27 in maglia arancione ha segnato la rete della vittoria. Grazie ai 3 punti, Locatelli e compagni balzano al 4° posto in classifica, che permetterebbe di saltare il primo turno di playoff.

Dopo 4 partite cade l’imbattibilità della Lokomotiv Losca, sconfitta per 4 a 2 dagli Umili, che i agganciano in classifica e per la regola degli scontri diretti sono prima nel girone. Le “locomotive giallonere” deragliano sotto i colpi di Galletta (doppietta), Fanfani e Carbone, nonostante prima Tebaldi e poi Colombi A. provino a dare la scossa.

SERIE C

Ritornano finalmente in campo anche i ragazzi della New Team, che per varie vicissitudini non erano ancora riusciti a riprendere il torneo. Contro gli Infamous però, finisce con una sconfitta per 3 a 1, frutto delle reti di Esposito, Rovetta e capitan Mezzadra. Ad accorciare le distanze ci pensato Parazzoli, ma lo stop di 6 mesi si è fatto sentire e i rossoblu non sono riusciti a ribaltare il risultato. I campioni della scorsa Europa League guadagnano matematicamente il primo posto, avendo 4 punti di vantaggio dagli Shallo e 5 dai Burkina Sfaso.

Vittoria anche per i Real Crisantemi, che dopo una sconfitta ed un pareggio riescono a portare a casa i primi t3 punti post lockdown. Contro i Caipiranhs a fare la differenza è il collettivo, con un gol a testa per Laureys, Maniscalco, Doglioli e i fratelli Ingraffia, a ci va aggiungo o sfortunato autogol di Bruni. Per gli arancioni, le reti (una per tempo) portano la firma di Cuccurullo ed Emanuele Scalfi.