Tag: am lea

Champions League: sono gli AM LEA i campioni! I Teetan si arrendono solo ai rigori

AL termine di una vera e propria maratona, gli AM LEA battono ai rigori i nemici-amici degli AC Teetan: decisivo l’errore dal dischetto di Salerno.

AM LEA – AC Teetan 10-9 d.c.r (5-5)

Gli AM LEA vincono la Champions League 2018-19, massima competizione della Mi Games League Football 7vs7. Tutto quello che si poteva volere da una partita c’è stato: gol, occasioni, giocate spettacolari, errori: il campo del Masseroni 2 è stato un frullatore di emozioni per il gran numero di spettatori presenti, che sotto un sole estivo hanno potuto ammirare una grandissima prova da parte di entrambe le squadre.

Alla fine ci sono voluti i calci di rigore per decretare la migliore tra AM LEA e AC Teetan: decisivo è stato l’errore dal dischetto da parte di Salerno, ipnotizzato da Migliorin nel primo tiro della serie.

La partita è stata bellissima: da una parte, i blu guidati da mister Nardo, favoriti sulla carta, hanno trovato un Modoni in giornata di grazia che, nonostante un rigore sbagliato, ha segnato 4 gol, di cui uno di straordinaria bellezza e difficoltà per il momentaneo 5-4; dall’altra, i grigi di Mantovani hanno giocato dando il 110%, con ben 5 giocatori a segno, tra cui il capitano Picchi che allo scadere del 2° minuto di recupero del tempo regolamentare ha trovato la giocata del 5-5.

Ad aprire le danze ci hanno pensato però Savino, che dopo 5’ è sgusciato via sulla fascia sinistra e di destro ha battuto Piagni. Vantaggio effimero quello degli AM, perchè pochi minuti dopo Bisiacchi ha impegnato Migliorin, sulla cui respinta Oppido ha ribadito la palla in rete, firmando l’1-1. I grigi, galvanizzati dal pareggio, hanno trovato anche il gol del sorpasso, con la punizione di Cerrato che non ha dato scampo al portiere avversario. Dopodichè, è salito in cattedra l’altro n. 1, Piagni, che ha sventato per ben tre volte il possibile 2-2, arrendendosi solo al diagonale malefico di Modoni, che ottimamente imbeccato dallo stesso Migliorin, ha eluso la (fin lì ferrea) marcatura di Bisiacchi e siglato il pareggio.

Alla ripresa del gioco il capolavoro del n. 32: angolo battuto da Savino all’indietro per Modoni, che di sinistro di prima intenzione ha mandato la palla a togliere le ragnatele dall’incrocio dei pali sul lato opposto: applausi da tutti i presenti, compresi gli avversari. Dopodichè, è toccato a Migliorin salvare la propria porta dagli assalti dei Teetan, ma nemmeno il n. 1 di origine svizzera ha potuto qualcosa sul missile di Auletta, che da centrocampo ha esploso un destro terrificante. Il tempo di rimettere la palla al centro e gli AM si sono ritrovati di nuovo in vantaggio: Modoni ha tirato direttamente in porta, sorprendendo Piagni sul primo palo. 4-3. La risposta dei ragazzi di Picchi è arrivata con la traversa clamorosa di Salerno, subito prima del 5-3 di Modoni, che ha ribattuto da un metro una gran parata di Piagni sul diagonale velenoso di Savino.

I Teetan allora hanno calato l’asso, con le senbianze di Amir Khamsi: il n. 9 (ed MVP della stagione) si è inventato un tacco al volo su calcio d’angolo che ai più ha ricordato il gol di tacco di Mancini in un derby romano di qualche anno fa: 5-4

L’episodio che poteva chiudere la partita in favore dei ragazzi di Franzosi è avvenuto a 6 minuti dalla fine, quando Modoni si è procurato un calcio di rigore dopo essere stato atterrato da Piagni. Il n. 32 ha però sparato alto, tenendo vive le speranze degli avversari.

Le speranze hanno trovato la loro soluzione in Matteo Picchi, che al secondo dei 4 minuti di recupero, si è liberato di Franzosi ed ha siglato la rete del 5-5. I due tempi supplementari sono stati all’insegna della prudenza, vista l’importanza della posta in palio, ma da una parte Modoni e dall’altra Nocco hanno avuto la palla della vittoria, mancando però di precisione al momento della conclusione.

L’epilogo ai calci di rigore fa felice gli AM LEA: segnano tutti, tranne Salerno al primo tentativo.

La squadra di capitan Franzosi festeggia giustamente un successo meritato e voluto fin dall’inizio della stagione, mentre i grigi masticano amaro, ma non può esserci spazio per la delusione, visto la grande cavalcata che li ha portati a giocarsi il titolo di campione in finale.

Seconda Fase – Semifinali – Il riassunto delle semifinali di Champions ed Europa League

Saranno AM LEA vs AC Teetan e Infamous FC vs FC Tommasi le finali della Champions ed Europa League della Mi Games League Football! Al termine di 4 semifinali combattuttissime, il campo ha decretato il suo verdetto.
Il 1° maggio al Masseroni 2, durante l’evento Mi Games Days organizzato in collaborazione con adidas Football, si giocheranno le 4 finali, che stabiliranno i vincitori dell’edizione 2018-19.

CHAMPIONS LEAGUE

Tabellone Finali Champions League

Afterlife FC – AC Teetan 1-3

Impresa degli AC Teetan nella semifinale di martedì 16 aprile! La squadra di Matteo Picchi sconfigge per 3 a 1 gli Afterlife, una delle squadre più accreditate alla vittoria finale; i grigi hanno disputato la partita perfetta, capitalizzando al massimo le occasioni create e trovando in Andrea Piagni un baluardo quasi insuperabile.
Coach Francesco Errante ha dovuto fare i conti con le assenze di Chiozzi, Falsone, D’Addato e Mura, mentre dall’altra parte mister Mantovani è stato costretto a rinunciare a Salerno e Simonato.
La gara fin dal principio è ben giocata da entrambe le formazioni, con gli Afterlife più manovrieri e i Teetan molto compatti e pronti a pungere in contropiede. Il vantaggio avviene intorno al 15’, quando Alessandro Piagni scambia bene con Auletta e fulmina Federico Errante sul palo lontano. I neri reagiscono, ma sbattono contro la retroguardia Teetan, che ha in Bisiacchi il proprio condottiero; lo 0-1 con cui si conclude la prima frazione è sinonimo di equilibrio, nonostante più volte i difensori in maglia grigia abbiano sbrogliato situazioni pericolose in area di rigore. La seconda frazione si apre con il pareggio degli Afterlife: lancio sulla sinistra per Cinquepalmi, passaggio arretrato per Russo che di potenza supera Piagni. Il portiere Teetan si rifà qualche minuto più tardi, quando intercetta un tap-in a colpo sicuro di Finelli; dopo un altro occasione per gli Afterlife, arriva il sorpasso degli avversari: Khamsi resiste a due interventi a metà campo e calcia, colpendo il palo, Cerrato si tuffa letteralmente sulla respinta e di testa porta in vantaggio la propria squadra. I Teetan sulle ali dell’entusiasmo trovano anche il terzo gol: Oppido conclude dai 20 metri, la palla viene deviata e inganna Errante, che si deve arrendere. Sul 3 a 1 ma con altri 10 minuti abbondanti da giocare, gli Afterlife si riversano in avanti, ma i vari tentativi di Russo, Ventura e Cinquepalmi trovano sempre l’opposizione di Piagni, MVP indiscusso della serata.
I Teetan volano in finale, mentre gli Afterlife si dovranno accontentare della sfida per il 3-4° posto.

 

Ristorante Donati – AM LEA 4-5

AM LEA conquista la finale della Champions League della Mi Games Leaegue Football 2018-19 battendo ai supplementari Ristorante Donati, altra squadra favorita per alzare il titolo. Non sono bastati i canonici 44’ per stabilire il vincitore, visto il potenziale schierato in campo dai due allenatori: solo nell’ extra time Bertocchi è riuscito a segnare il gol del definitivo 4-5.
I verdeoro, privi dello squalificato Benny Carbone, spingono subito sull’acceleratore, mettendo alla prova Migliorin con i tentativi di Rolando Bianchi e Cappellini. A passare sono però i ragazzi in maglia blu, con la complicità del portiere Trezza, che regala palla a Bertocchi su un disimpegno in uscita. AM LEA trova subito il raddoppio, e lo fa in grande stile: lancio millimetrico di Savino che pesca sulla Vaini, che in sforbiciata al volo segna il 2-0.
I Donati si scuotono e reagiscono: Bianchi prima impegna Migliorin con una conclusione dalla distanza, poi serve a Cappellini l’assist del 2-1, ; infine si mette in proprio e pareggia con una conclusione improvvisa sul primo palo. Il 2-2 con cui termina il primo tempo è una perfetta sintesi del grande equilibrio in campo.
Nel secondo tempo mister Nardo inserisce Di Davide, che si fa subito notare con il gol del 3 a 2: tiro dalla distanza deviato che non dà scampo a Pastore (subentrato a Trezza). Lo stesso n. 5 trova il 4 a 2 con una bellissima azione personale pochi minuti dopo: ruleta su Cappellini, tocco morbido di suola per trovare lo spazio e conclusione d’esterno sinistro a superare il portiere.
La partita sembra chiusa ma le risorse dei Donati sono infinite: Rolando Bianchi di tacco accorcia le distanze su azione di calcio d’angolo, poi Valtolina si conquista con grande esperienza un calcio di rigore che il n. 9 realizza con estrema freddezza spiazzando il portiere. 4-4 e gara che va ai supplementari. Nel primo tempo, AM trova subito il vantaggio con Bertocchi, che scavalca Pastore con un pallonetto; i blu di Nardo poco dopo colpiscono un clamoroso palo con Savino, che avrebbe chiuso definitivamente la partita. La gara resta aperta e le occasioni migliori per pareggiare capitano sui piedi di Rolando Bianchi, che prima manda fuori in girata, poi trova l’incredibile salvataggio sulla linea di porta da parte di Franzosi, che compie un intervento decisivo quanto un gol.
Mercoledì 1° maggio gli AM Lea sfideranno gli AC Teetan nella finale per il titolo, mentre lo stesso giorno i Donati sfideranno gli Afterlife per il 3°-4° posto.

Programma delle Finali di Champions League

EUROPA LEAGUE

Tabellone Finale Europa League

 

AC Pepperoni – FC Tommasi 1-3

I Tommasi sono i primi finalisti di Europa League 2018/19! La squadra dei fratelli Locatelli ha superato per 3 a 1 i Pepperoni di Fontana Rava, che nonostante un secondo tempo passato nella metà campo avversaria non sono riusciti ad avere la meglio sugli arancioni.
Entrambe le squadre si presentano al Masseroni 2 con qualche assenza: nei giovani granata mancano Baiardo e Marchetti, negli arancioni non ci sono Luraghi, Pedercini, Sterza e Lietti, che però guida la squadra dalla panchina. I Tommasi partono bene, impegnando più volte il portiere e capitano Fontana Rava con le conclusioni di Fiorica, ma il n. 1 risponde sempre presente. I Pepperoni fanno fatica a trovare spazi nell’ organizzata difesa arancione, e Mucci viene impegnato solamente con conclusioni dalla distanza. Ci vorrebbe un guizzo per sbloccare il risultato, ed è quello che trova Fiorica a pochi secondi dallo scadere del primo tempo: dribbling su tre avversari e conclusione potente che non dà scampo a Fontana Rava. Nella ripresa i Pepperoni partono in quarta, alla ricerca del pareggio, ma finiscono col prestare il fianco ai Tommasi, che trovano il raddoppio dopo 2’ ancora con il n. 14, che giustizia il portiere sul suggerimento di Dalledonne. La gara sembra essere in cassaforte, ma i granata reagiscono subito e trovano l’1-2 con Bandi, che da posizione defilata supera Mucci. Da qui in avanti è un monologo Pepperoni, che invadono la metà campo degli arancioni ma senza trovare il tiro risolutivo. I Tommasi, complice anche un calo fisico, non riescono più a mettere la testa fuori, ma in uno dei rari contrattacchi chiudono la partita: Fiorica stavolta confeziona un assist al bacio per Davide Locatelli, che irrompe al centro dell’area di rigore e di destro supera per la terza volta Fontana Rava. I Pepperoni provano gli ultimi disperati assalti (girata al volo di Giovetti e tiro di Di Benedetto che terminano sul fondo), ma i Tommasi gettano il cuore oltre l’ostacolo e conquistano con merito la finalissima.

 

I Somari – Infamous FC 4-6

Gli Infamous conquistano la finale di Europa League, in cui sfideranno gli FC Tommasi, grazie al successo per 6 a 4 ottenuto contro i Somari, campioni in carica del torneo.
Grande la soddisfazione del capitano William Funck, che grazie all’apporto di tutti i suoi compagni ottiene l’ottava vittoria consecutiva, dopo una prima parte di campionato decisamente sottotono. Amarezza invece in casa Somari, dove non basta l’ennesima tripletta di bomber Natali (che si avvia a vincere il titolo di capocannoniere del torneo) per portare la squadra di Amendola a giocarsi la seconda finale consecutiva.
Gli Infamous partono subito a mille e trovano il gol dopo 10’’: conclusione di Pellegrino, respinta corta di Amendola e tap-in vincente di Romano. Poco dopo, un rinvio sbagliato di Funck mette Natali davanti alla porta, ma l’estremo difensore si fa perdonare e devia la conclusione del n. 9 in calcio d’angolo. Corner che si rivela fatale per i blu, che subiscono il raddoppio su un perfetto schema dei rossi: è ancora Romano a concludere di sinistro e a superare Amendola.
Sotto di due gol i Somari reagiscono: Natali si guadagna una punizione dal limite dell’area e si incarica della battuta, spedendo la palla all’incrocio dei pali. Prima dello scadere, è Funck a bloccare in uscita il tentativo di 2-2 del n. 9, con gli Infamous che vanno al riposo in vantaggio.
Nella ripresa i campioni in carica trovano subito il pareggio: bellissima azione in tandem tra Natali e Motta, con il n. 16 che con un preciso diagonale fulmina Funck. Il pareggio però dura poco, perchè ancora sugli sviluppi di un calcio d’angolo i biancorossi beffano Amendola con la conclusione di Esposito, deviata da un difensore. I Somari provano a reagire, ma incassano ancora altri due gol: il tiro di Romano viene deviato, ma finisce proprio sui piedi di Carrassi che da due passi non sbaglia, poi è Esposito che con un’azione solitaria in contropiede firma il 5-2 che sembra spegnere le speranze dei blu. In queste partite però basta un episodio per riaprire tutto, anche se il tempo a disposizione è poco: succede quindi che a 1’ minuto dalla fine Natali accorci le distanze (assit di Motta) e poi 20’’ dopo il rilancio in area di Amendola trovi la deviazione sfortunata nella propria porta di Esposito, per il 4-5.
Nell’ultimo disperato assalto però, il rilancio in area del portierone dei Somari viene intercettato sul nascere da Pellegrino, che segna il gol del definitivo 6 a 4.
Gli Infamous sfideranno gli FC Tommasi mercoledì 1° maggio, mentre lo stesso giorno i Somari proveranno a portare a casa la coppa di consolazione giocando contro i Pepperoni.

Programma delle Finali di Europa League