Tag: finale

Gli Infamous concedono il bis battendo i Burkina: la Serie C è loro!

SERIE C

Infamous FC – Burkina Sfaso 10-1

Gli Infamous si ripetono: dopo il successo ai rigori dell’Europa League 2018/19, gli “infami” si ripetono in Serie C contro i Burkina Sfaso, puniti troppo severamente dopo un primo tempo giocato alla pari.

Oltre alla differenza di valori in campo, hanno inciso molto le assenze nelle file dei “leoni di Milano”, che si sono presentati sul centrale del Masseroni 2 con solo 7 superstiti e privi di capitan Zoboli, leader tecnico della squadra.

Eppure nella prima frazione, De Zagon e compagni avevano risposto presente ad ogni tentativo dei gialloneri, andando anche in vantaggio con un rigore di Ventimiglia, che non ha lasciato scampo a Funck. A sciogliere gli Infamous ci ha pensato Federico Esposito, che prima ha pareggiato i conti con un tap-in ravvicinato, poi ha messo la freccia con il rigore del 2-1, risultato con il quale è terminato il primo tempo.

In apertura di ripresa è arrivato subito il 3-1 di Romano, poi in soli 6 minuti Elia, Pellegrino, ancora Romano ed Esposito hanno messo al sicuro la vittoria; ad arrotondare il punteggio, complice anche il serbatoio vuoto tra le fila dei Burkina (e l’assenza di cambi) ci ha pensato la doppietta di Boni ed il quarto gol personale di Esposito, motore della squadra degli Infamous per tutta la stagione.

Finisce come a maggio 2019, con capitan Mezzadra ad alzare al cielo la coppa dei vincitori e i compagni a fare festa: 2 vittorie in altrettante partecipazioni non è cosa da tutti! Onore comunque ai Burkina, che hanno migliorato sensibilmente non solo il piazzamento finale, ma anche il gioco espresso rispetto alla scorsa edizione.

La Losca è un vero e proprio treno: Tango battuti e Serie B conquistata!

SERIE B

LOKOMITIV LOSCA – TANGO SQUAD 7-2

La Serie B dell’adidas Mi Games Football League 2019/20 va ai Lokomotiv Losca, che schiacciano senza appello Tango Squad.

Mirabella e compagni disputano un grandissimo primo tempo, concluso sul 5-1, e poi amministrano il risultato nella seconda frazione, rispondendo subito ai tentativi di rimonta dei ragazzi della Tango.

L’inizio è di quelli shock per Bertoni e compagni, che dopo 15’ sono sotto di 4 gol: micidiale il doppio “uno-due” firmato da Maltese e Pasotti (4’ e 6’) e dallo stesso n. 21 e Ravano (13’ e 14’). Capitan Bertoni prova a scuotere i suoi con il gol del 4-1 (18’), ma allo scadere della prima frazione ancora Maltese firma la manita con la sua personale doppietta.

In apertura di secondo tempo Zennaro accorcia le distanze, mettendo a segno il suo quarto gol in due partite. Ma la Losca è una locomotiva inarrestabile, e dopo aver contenuto i tentativi di rimonta della Tango, chiude i conti con le reti di Tebaldi e ancora Pasotti, autore di una tripletta.

Dopo 3 anni i gialloneri riescono ad arrivare sul gradino più alto del podio, dopo averlo sfiorato nella prima edizione (terminata in semifinale di Champions 2017/18), mentre i viola migliorano l’esperienza dello “scorso anno”, quando si erano fermati ai gironi di Champions.

Civico Uno vince la Serie A: battuto Ristorante Donati 5 a 4!

SERIE A

RISTORANTE DONATI – FC CIVICO UNO 4-5

FC Civico Uno vince l’adidas Mi Games Football League, stagione 2019/20. Dopo una bellissima partita contro Ristorante Donati, una delle squadre (se non la squadra) da battere di questa terza edizione del campionato invernale di Mi Games e adidas, capitan Uggeri e compagni alzano al cielo il trofeo, entrando nell’albo d’oro dei vincitori dopo I Somari (2017/18) e AM Lea (2018/19).

Dopo non essersi mai incrociate durante l’arco di questa lunghissima stagione, le due compagni si trovano di fronte all’ultimo atto della Serie A: i Civico dopo aver superato di misura gli amici-nemici Piccionazzi, i Donati dopo aver battuto in modo convincente LEA Club.

Il tema dell’incontro è chiaro fin dalle prime battute: la freschezza dei giovani in maglia nera, trascinati da Gallizia e dai funanbolici fratelli Melogli, contro la tecnica e l’esperienza dei ragazzotti in rosa, guidati dagli ex pro Tiribocchi e Budel.

I gol arrivano quasi subito: al 5’ è Gallizia a portare avanti i Civico, ma 3 minuti più tardi il Tir Tiribocchi pareggia i conti. Nonostante le diverse occasioni che si susseguono nel corso di tutto il primo tempo, il risultato resta in parità, merito anche delle parate di Trezza e Liuni, molto reattivi quando chiamati in causa.

Nella ripresa succede di tutto: al 2’ Carlo Melogli riporta avanti i ragazzi di Uggeri, ma 60’’ più tardi Melosi firma il 2-2. Al 10’ Budel calcia in modo impeccabile una punizione dal limite dell’area, portando avanti per la prima volta i Donati. I Civico reagiscono subito con rabbia e qualità, mettendo a segno 3 gol in 5 minuti: Loi conclude una stupenda azione personale di Gallizia appoggiando in rete la palla del 3-3, poi lo stesso n. 8 trasforma il rigore del sorpasso (atterramento ai suoi danni da parte del portiere), mentre al 17’ è ‘altro Melogli, Giovanni, a battere Trezza per il 5-3. Ristorante Donati non molla, nonostante il ritmo decisamente più altro imposto dai giovani in maglia nera, ed accorcia ancora le distanze con il rigore trasformato da Budel. Ma nei 5 minuti rimanenti Uggeri e compagni resistono senza soffrire più di tanto, nonostante i rosa mettano in campo anche Rolando Bianchi per cercare il pareggio.

Il triplice fischio fa scattare la festa dei Civico Uno, che conquistano il titolo alla prima partecipazione al campionato. Per i Donati rimane l’ottimo cammino in campionato ed un piazzamento migliore rispetto alla scorsa edizione, quando il cammino venne interrotto in semifinale dall’allora AM Lea.

#Recap. Prima Fase | Matchweek 3

Girone A

Grazie alla vittoria per 3-0 ai danni di CSK La Serata, i Maldita FC conservano la vetta della classifica del girone A; più sofferta la vittoria dei Piccionazzi contro Twin’ Style: il 6-4 finale testimonia il grande equilibro e la grande qualità messa in campo dalle due squadre, che puntano dritte alla Serie A. Segni di ripresa per i Loneey FT, che però si devono arrendere con lo stesso risultato (4-6) agli AC Pini, rimandando ancora l’appuntamento con la prima gioia stagionale. Spettacolare 3-3 tra PwC Italy e $€GVRO €BBA$TA, che salgono a braccetto a quota 4 punti.

 

 

Girone B

Pioggia di gol in tutte le gare del girone B: Ristorante Donati mette in mostra i propri pezzi da novanta e infligge un pesante 10-2 agli FC Tommasi, che in questo inizio di torneo sta raccogliendo meno di quanto seminato: mattatori della serata Simone Tiribocchi e Fabian Valtolina, non proprio due qualsiasi, autori di cinque reti ciascuno.
Importante vittoria degli FC Civico Uno contro Tango Squad, che li porta la squadra di capitan Tolusso al secondo posto in classifica, grazie anche alla prima sconfitta stagionale degli AC Teetan, sconfitta dopo una bellissima partita da LEA Club, nuova capolista del girone. La rivincita della finale dello scorso anno è un tripudio di gol ed emozione, ma alla fine a spuntarla sono i campioni in carica per 6 a 4.
Alla terza apparizione arriva anche la prima vittoria stagionale degli FC Umili, che contro riescono ad avere la meglio dei Lokomotiv Losca solo all’ultimo minuto, grazie al gol di capitan Mareid.
 

 

serie c

Gli AS Orca erano chiamati alla prova del 9: contro i Real Crisantemi finisce infatti 9-2 per Marini & co., che si confermano padroni assoluti della Serie C. Primo stop per gli Infamous FC, che incappano in una serata da dimenticare anche per merito di B-Team, che si impongono per 6 a 1. Decisivo l’errore dal dischetto di Pellegrino, che si fa ipnotizzare da Campanelli, e l’espulsione dello stesso numero 10 giallo-nero. Seconda vittoria di Fila per gli Shallo FT, che lasciano i Caipiranhas fermi all’amo, ancora alla ricerca della prima affermazione stagionale; primo punto invece i Burkina Sfaso, che pareggiano 2-2 contro New Team e muovono la classifica.

 

Champions League: sono gli AM LEA i campioni! I Teetan si arrendono solo ai rigori

AL termine di una vera e propria maratona, gli AM LEA battono ai rigori i nemici-amici degli AC Teetan: decisivo l’errore dal dischetto di Salerno.

AM LEA – AC Teetan 10-9 d.c.r (5-5)

Gli AM LEA vincono la Champions League 2018-19, massima competizione della Mi Games League Football 7vs7. Tutto quello che si poteva volere da una partita c’è stato: gol, occasioni, giocate spettacolari, errori: il campo del Masseroni 2 è stato un frullatore di emozioni per il gran numero di spettatori presenti, che sotto un sole estivo hanno potuto ammirare una grandissima prova da parte di entrambe le squadre.

Alla fine ci sono voluti i calci di rigore per decretare la migliore tra AM LEA e AC Teetan: decisivo è stato l’errore dal dischetto da parte di Salerno, ipnotizzato da Migliorin nel primo tiro della serie.

La partita è stata bellissima: da una parte, i blu guidati da mister Nardo, favoriti sulla carta, hanno trovato un Modoni in giornata di grazia che, nonostante un rigore sbagliato, ha segnato 4 gol, di cui uno di straordinaria bellezza e difficoltà per il momentaneo 5-4; dall’altra, i grigi di Mantovani hanno giocato dando il 110%, con ben 5 giocatori a segno, tra cui il capitano Picchi che allo scadere del 2° minuto di recupero del tempo regolamentare ha trovato la giocata del 5-5.

Ad aprire le danze ci hanno pensato però Savino, che dopo 5’ è sgusciato via sulla fascia sinistra e di destro ha battuto Piagni. Vantaggio effimero quello degli AM, perchè pochi minuti dopo Bisiacchi ha impegnato Migliorin, sulla cui respinta Oppido ha ribadito la palla in rete, firmando l’1-1. I grigi, galvanizzati dal pareggio, hanno trovato anche il gol del sorpasso, con la punizione di Cerrato che non ha dato scampo al portiere avversario. Dopodichè, è salito in cattedra l’altro n. 1, Piagni, che ha sventato per ben tre volte il possibile 2-2, arrendendosi solo al diagonale malefico di Modoni, che ottimamente imbeccato dallo stesso Migliorin, ha eluso la (fin lì ferrea) marcatura di Bisiacchi e siglato il pareggio.

Alla ripresa del gioco il capolavoro del n. 32: angolo battuto da Savino all’indietro per Modoni, che di sinistro di prima intenzione ha mandato la palla a togliere le ragnatele dall’incrocio dei pali sul lato opposto: applausi da tutti i presenti, compresi gli avversari. Dopodichè, è toccato a Migliorin salvare la propria porta dagli assalti dei Teetan, ma nemmeno il n. 1 di origine svizzera ha potuto qualcosa sul missile di Auletta, che da centrocampo ha esploso un destro terrificante. Il tempo di rimettere la palla al centro e gli AM si sono ritrovati di nuovo in vantaggio: Modoni ha tirato direttamente in porta, sorprendendo Piagni sul primo palo. 4-3. La risposta dei ragazzi di Picchi è arrivata con la traversa clamorosa di Salerno, subito prima del 5-3 di Modoni, che ha ribattuto da un metro una gran parata di Piagni sul diagonale velenoso di Savino.

I Teetan allora hanno calato l’asso, con le senbianze di Amir Khamsi: il n. 9 (ed MVP della stagione) si è inventato un tacco al volo su calcio d’angolo che ai più ha ricordato il gol di tacco di Mancini in un derby romano di qualche anno fa: 5-4

L’episodio che poteva chiudere la partita in favore dei ragazzi di Franzosi è avvenuto a 6 minuti dalla fine, quando Modoni si è procurato un calcio di rigore dopo essere stato atterrato da Piagni. Il n. 32 ha però sparato alto, tenendo vive le speranze degli avversari.

Le speranze hanno trovato la loro soluzione in Matteo Picchi, che al secondo dei 4 minuti di recupero, si è liberato di Franzosi ed ha siglato la rete del 5-5. I due tempi supplementari sono stati all’insegna della prudenza, vista l’importanza della posta in palio, ma da una parte Modoni e dall’altra Nocco hanno avuto la palla della vittoria, mancando però di precisione al momento della conclusione.

L’epilogo ai calci di rigore fa felice gli AM LEA: segnano tutti, tranne Salerno al primo tentativo.

La squadra di capitan Franzosi festeggia giustamente un successo meritato e voluto fin dall’inizio della stagione, mentre i grigi masticano amaro, ma non può esserci spazio per la delusione, visto la grande cavalcata che li ha portati a giocarsi il titolo di campione in finale.

Europa League: trionfano gli Infamous FC! I Pepperoni conquistano il terzo posto

Gli Infamous FC trionfano nella finale del 1 maggio grazie ad un super Funck! I Pepperoni superano i Somari e si piazzano sul terzo gradino del podio.

Infamous FC – FC Tommasi 4-0

Alzi la mano chi, dopo la prima fase a gironi, avrebbe scommesso sulla vittoria finale degli Infamous FC: 11 partite, 1 vittoria, 1 pareggio e ben 9 sconfitte. I numeri tutto facevano presagire tranne che il trionfo a cui abbiamo assistito il primo maggio, quando la banda di Mezzadra ha sbaragliato la concorrenza degli FC Tommasi e si è laureata campione dell’Europa League 2018/19.

Nel corso di questa stagione le due squadre si erano già affrontate due volte, con esito sempre a favore dei Tommasi (4-3 a novembre e 3-2 nella prima partita di Europa League): nell’appuntamento decisivo però, i biancorossi hanno sfoderato una prestazione di squadra straordinaria, vincendo per 4 a 0.

Il risultato finale ha avuto tre protagonisti principali: i primi due sono stati Intini ed Esposito, che hanno realizzato 2 gol a testa, uno per tempo; il terzo è stato il portiere Funck, che con i suoi interventi ha impedito ogni tentativo di rimonta degli arancioni, parando addirittura il rigore del possibile 2-1 a Fiorica allo scadere del primo tempo.

Chi non ha visto la partita al Masseroni 2 potrebbe pensare ad una gara a senso unico; invece i Tommasi hanno fatto di tutto per ribaltare l’iniziale svantaggio, ma i tentativi dei vari Beltrame, Locatelli, Fiorica e Jacobone sono stati sempre neutralizzati dal portiere avversario, che con il suo cappellino rosso sembrava l’incarnazione del celeberrimo portiere  Benji Price.

I complimenti vanno fatti quindi anche ai ragazzi di Locatelli e Lietti, che hanno disputato un ottimo torneo: dopo aver sfiorato la qualificazione Champions League per sole 3 lunghezze, gli arancioni si sono fatti strada in Europa League fino ad arrivare alla finale, superando prima i Real Crisantemi ai calci di rigore e poi gli AC Pepperoni (che hanno conquistato il terzo gradino del podio battendo nella finalina i Somari).

 

AC Pepperoni – I Somari 4-2

Gli AC Pepperoni  conquistano il terzo posto dell’Europa League battendo i Somari, campioni in carica, per 4 a 2. Successo meritato per i giovani del duo Fontana Rava – Giovetti, in una partita caratterizzata dalle molte assenze e dal gran caldo sul terreno di gioco del Masseroni 2; ai ciuchi di Amendola non riesce il bis di salire per il secondo anno di fila sul podio della competizione, chiudendo mestamente un’annata non proprio fortunata, visti i numerosi infortuni occorsi.

Le temperature africane fanno sì che le squadre comincino ad allungarsi già dai primi minuti, lasciando molti spazi per colpire: ne approfittano i Pepperoni che siglano il doppio vantaggio con Macchi, bravo a colpire con due tiri dalla distanza che sorprendono Amendola. Prima dello scadere del primo tempo, i Somari accorciano le distanze con il primo gol stagionale (e in assoluto in due edizioni della Mi Games League Football) di Matteo Scarcia. Nella seconda frazione Bandi trova il terzo gol con un’astuta deviazione sul tiro di Giovetti, mentre poco dopo Macchi realizza la sua personale tripletta ribattendo di schiena (o giù di lì) un rinvio di Amendola. Ancora Scarcia, a 5 minuti dal termine, segna la rete che vale il 4 a 2 finale, firmando la sua doppietta personale.

Le assenze di numerosi giocatori, su tutti Simone Natali, capocannoniere del torneo, così come Quadri e Baiardo nelle file dei granata, ha influito sulla qualità della partita, con le due squadre che hanno viaggiato a ritmi bassi per non esaurire subito la benzina.

I Somari, nonostante una stagione travagliata, sono riusciti a giocarsi un trofeo fino all’ultima partita, mentre i Pepperoni, alla prima partecipazione assoluta, salgono sul gradino più basso del podio.