Tag: risultati

#Recap: Prima Fase | La situazione dei tre gruppi al giro di boa

Mentre l’Albiceleste in Qatar conquistava il suo terzo titolo mondiale, l’adidas Mi Games Football League cominciava la sua quinta edizione.

In queste prime 4 settimane abbiamo assistito a goleade, partite tirate, un insolito numero di pareggi e tanto altro. Le restanti 4 partite ci diranno quali squadre a metà febbraio si saranno guadagnate l’accesso alla Serie A e quali si dovranno accontentare della Serie B o della Serie C. Nel frattempo, andiamo a vedere qual è la situazione in ogni gruppo

 GRUPPO 1

Una sola squadra al comando e tanto equilibrio in basso. Se il 3/3 di Art Group, che eredita molti giocatori dalla finalista dello scorso anno (Ristorante Donati) non sorprende più di tanto, è interessante vedere come tutte le squadre abbiano vinto almeno una gara. Questo renderà la corsa per entrare in Serie A (ma anche in B) avvincente fino all’ultima giornata. Da segnalare l’ottimo rendimento degli AS Crispies, terzi in Serie B lo scorso anno e di Scarsenal, all’esordio assoluto nel torneo.

Si conferma squadra temibile lo Sporting Ibiza, finalista in Serie B a maggio, fermata solamente da Beverly INPS (altra novità) e FC Drill Milano, che ha centrato la prima vittoria proprio contro i tori. Devono ancora ingranare C’Era Una Vodka, che hanno cambiato molti uomini rispetto alla scorsa stagione, così come Apperòil Team e Cronache di Spogliatoio, anche loro alla prima esperienza nel campionato.

 GRUPPO 2

Dopo il terzo posto del 2021/22 gli AC Teetan sono tornati con grandi ambizioni anche in questa stagione: i 9 punti in 3 partite hanno un peso specifico elevatissimo, visto che sono arrivati contro due squadre di assoluto livello come PwC Italy (sconfitta in un accesissimo scontro prenatalizio) e Antiquario Milano, squadra molto ben attrezzata che punta alla Serie A. La sorpresa del gruppo sono i ragazzi di Olympique Milano, momentaneamente terzi senza incontrare le corazzate del girone, dopo il pareggio all’ultima azione subito contro AC Lonza, vincitori della Serie B ma un po’ altalenanti in questo periodo. I rossoblù anche l’anno scorso erano partiti (molto) piano per poi crescere esponenzialmente nella seconda fase: vediamo come andrà a finire.

Dopo le Vecchie Glorie, chiudono ancora a secco di punti Umili – tornati dopo la stagione 2019/20 ma che hanno perso per infortunio capitan Mareid fino a fine stagione -, Times New Roman – nuova formazione proveniente direttamente dalla Capitale – e Birreria Leone, che però hanno all’attivo solamente due partite.

 GRUPPO 3

LEA Club si conferma imbattibile (l’ultima sconfitta risale al 26 maggio 2021, nella finalina della stagione 2019/20 interrotta per il Covid) e guida il terzo raggruppamento con 12 punti. Segue la novità ELMA SPA, che ha “macchiato” il suo percorso di sole vittorie con il 4-4 contro Lokomotiv Losca. Al terzo posto troviamo i CM Boys, venuti direttamente da Cesano Maderno a sfidare l’egemonia dei Fab Four. Più dietro i Looney FT, che hanno all’attivo però solo due gare ufficiali. A seguire troviamo ben cinque squadre alla ricerca della prima vittoria in campionato: Savoreal e FC Jet Lag a quota 2 punti, nonostante prestazioni in crescendo, Losca e Pannolinaikos a quota 1, e Gessi ancora a secco, nonostante i giovani guidati da capitan Lanfranconi abbiano mostrato buone cose nelle ultime uscite.

Stasera si riparte con le partite della quinta giornata: le prime tre squadre di ogni gruppo si andranno a disputare la Serie A, quelle dalla 4° alla 6° la Serie B, mentre quelle dalla 7° alla 9° la Serie C.

Comunicato Ufficiale – Giornata 1

É online il Comunicato Ufficiale della prima giornata dell’adidas Football League: al suo interno troverete tutti i risultati e la sanzioni disciplinari del giudice sportivo, oltre all’eventuale cambio di orario o spostamenti di partite.

Sarà online ogni venerdì a partire dalle 15:00. Lo potete trovare anche nella pagina “COMUNICATI” della sezione “NEWS”.

Leggi il comunicato: COMUNICATO 1

 

Serie A | Finali – LEA Club è campione ai calci di rigore! Sconfitto Ristorante Donati dopo una bellissima partita. Terzi gli AC Teetan

PWC ITALY – AC TEETAN 2-4

L’ultima giornata della quarta edizione dell’adidas Mi Games Football League si apre con la finale di consolazione tra AC Teetan e PwC Italy, alla caccia della medaglia di bronzo in questa Serie A.

Complice la temporanea mancanza del portiere Lella, che costringe i neri a giocare in 6 per i primi minuti, i rossoneri s’impossessano del pallino del gioco, spingendo subito sull’acceleratore. Ironia della sorte, a sbloccare la gara ci pensa Buonaiuto con una punizione capolavoro, appena pochi secondi dopo l’ingresso di Lella.

In apertura di ripresa i titani raggiungono subito il pari con Iurlaro, che alla Pippo Inzaghi ribadisce in rete un pallone vagante in area. Poi è capitan Longano ad involarsi in contropiede e portare di nuovo in vantaggio i suoi. A suonare la carica ci pensa l’altro capitano, Picchi, trovando subito il 2-2 con una bordata da posizione defilata.Con il passare dei minuti i titani crescono, mentre le energie dei rossoneri calano vistosamente. Ne approfitta Cerrato, che in due minuti realizza la doppietta che vale il terzo posto per i Teetan.

LEA CLUB – RISTORANTE DONATI 7-6 D.C.R. (3-3)

Non poteva esserci una conclusione migliore per questo torneo. La finalissima di Serie A tra LEA Club e Ristorante Donati è stato uno spot per il calcio a 7: gol, agonismo, giocate di alto livello ed emozioni fino alla fine, con l’inevitabile (ma anche giusto) epilogo ai calci di rigore.

La lotteria dei tiri dal dischetto ha premiato i giallorossi, che bissano il successo della stagione 2018/19, ottenuta anche quella volta ai rigori.

Il primo tempo è una partita a scacchi tra le due squadre: i Donati aggrediscono i LEA, che vengono sorpresi dal dinamismo dei rossoneri. I primi tentativi sono delle botte da fuori di Parolo e Tiribocchi, ma Migliorin risponde sempre presente. I giallorossi non riescono a sciogliersi, così Biba prova a dare la scossa con un paio di accelerazioni che mettono i brividi a Trezza. Quando il primo tempo sembra destinato a chiudersi a porte inviolate, Parolo trova un grandissimo gol con il sinistro, dopo un’uscita bassa da manuale da parte della difesa. 

Dopo 40’’ della ripresa però il risultato recita 1-1: stavolta è il sinistro di Di Davide ad entrare in rete, con una dinamica molto simile a quella realizzata poco prima nella stessa porta. I rossoneri non si scompongono e continuano ad esercitare una costante pressione sugli avversari, trovando in pochi minuti altri due gol. Protagonista Tiribocchi, che prima riceve il tacco di Parolo, tiene a distanza Fumagalli ed incrocia col destro in maniera imparabile il tiro del 2-1. Poi si guadagna d’esperienza il rigore che Budel trasforma con freddezza per il 3-1.

Le due reti subite svegliano i LEA, che realizzano la possibilità di perdere la prima partita stagionale proprio all’ultima occasione. Savino scaglia subito il destro che vale il 2-3, poi è Mantegazza a deviare fortunatamente ma in maniera decisiva il diagonale di Biba, che stava finendo tra le mani di Trezza. Dopo il pareggio, entrambe le squadre sfiorano più volte il gol della vittoria: ancora con Budel e Tiribocchi, ma soprattutto, con il palo su punizione del n. 47, su cui Trezza non ci sarebbe mai arrivato.

I rigori quindi sono il giusto epilogo di una gara tiratissima: subito Mantegazza manda sul palo il primo tentativo della serie, poi Esposito si fa ipnotizzare da Migliorin. Al 5° rigore Savino segna, Crimaldi invece no: palla tra le braccia di Migliorin e coppa tra quelle di LEA Club, che festeggia una stagione record con 17 vittorie su 17 partite. Ristorante Donati deve incassare invece la seconda sconfitta consecutiva in una finale, ma Cappellini (oggi infortunato) e compagni hanno disputato comunque un ottimo torneo.

Serie B | Finali – AC Lonza mata lo Sporting Ibiza ed è campione! Terzo posto per AS Crispies

AS CRISPIES – C’ERA UNA VODKA 4-2

Derby biancorosso nella finalina della Serie B tra AS Crispies e C’era Una Vodka, entrambe alle prese con qualche problema di formazioni: tra i giovani biancorossi mancano i due portieri, per cui è Waschke che si piazza tra i pali, mentre tra i Vodka manca il reparto offensivo.

La partita si decide tutta nel primo tempo: apre le danze Forloni, rispondono i Crispies con tre gol in rapida successione (Novazzi e due volte Fumagalli), poi Pellegrini accorcia per i Vodka, e al 20’ Fabiani cala il poker. Nel secondo tempo Pirotta e compagni provano a ribaltare il risultato, ma i Crispies si difendono con ordine e riescono a mantenere inviolata la propria porta. Il terzo posto va quindi alla squadra rivelazione di questa Serie B, che li ha visti migliorare di partita in partita e potranno sicuramente giocare da protagonisti il prossimo anno. Finale amaro per i C’era Una Vodka, arrivati a corto di uomini nelle partite decisive, dopo ¾ di stagione di assoluto livello: le ultime due sconfitte (su 3 totali) li condannano alla medaglia di legno, ma il team manager Belvedere ha già annunciato il numero degli acquisti per il prossimo anno, in modo da scongiurare un epilogo simile.

sporting ibiza – ac lonza 4-6

L’atto finale di questa avvincente Serie B mette di fronte Sporting Ibiza e AC Lonza: i primi assoluti protagonisti di tutto il campionato, i secondi in costante crescita, anche grazie agli innesti di Franco e Iacopino, assenti durante tutta la prima parte di stagione.

I tori vedono rosso e partono alla carica, sbloccando subito la partita con Matti e raddoppiando 10’ più tardi con Lorenzini. La Lonza reagisce ma Colzani è attento sulle conclusioni dei reds. Al tramonto del primo tempo, quando la gara pare in controllo dello Sporting, arriva l’episodio che cambia le carte in tavola: Lorenzini ferma con il braccio sulla linea di porta un pallone destinato in rete, per l’arbitro oltre all’inevitabile calcio di rigore c’è anche la chiara occasione da gol. Il conseguente rosso manda su tutte le furie i tori, che poco due minuti dopo il rigore trasformato da Iacopino incassano anche il 2-2, da una maligna conclusione di Barazzetta. Neanche il tempo di riorganizzarsi che in apertura di ripresa Dalla Palma trova un perfido tiro-cross che gela lo Sporting. Stavolta è la Lonza a sentire l’odore del sangue e a colpire altre 2 volte, ancora con Iacopino e con bomber Colacone. Quando tutto sembra deciso, i gialloneri riescono si rianimano con un uno-due ad opera di Nordio, autore di una doppietta, che li porta sul 5-4 a 2’ dal termine. Nel concitato finale, i reds subiscono il forcing degli avversari, ma in contropiede all’ultimo istante mettono la parola fine a partita e campionato.

L’AC Lonza tiene fede alla promessa fatta da capitan Riva, che a febbraio, al termine della prima partita della seconda fase, fissava come obiettivo la vittoria della Serie B: missione compiuta. Lo Sporting Ibiza incassa la prima sconfitta in Serie B all’ultimo impegno, pagando carissimo l’inferiorità numerica.

#Recap: Serie A-B | Semifinali Playoff

Semifinali Champions League is for boys, semifinali adidas Mi Games Football League 2021/22 is for men. Mentre il mondo è concentrato sullo spettacolo offerto da Manchester City, Real Madrid e compagnia, i nostri eroi scendono in campo per il penultimo atto dei playoff di Serie A e Serie B.

SERIE A

Ristorante Donati – AC Teetan 5-2

C’era grande attesa per la prima semifinale di Serie A tra Ristorante Donati e AC Teetan dopo il pareggio in Regular Season dello scorso febbraio.
I titani di Picchi (oggi in veste di allenatore) si sono presentati al gran completo per tornare in finale dopo 3 anni, mentre i Donati hanno mantenuto l’ossatura delle ultime partite, con il rientro di un pezzo da novanta come Marco Parolo.

Si pensava ad una partita combattuta fino all’ultimo minuto, ma di fatto è terminata al 7′ del secondo tempo, quando Tiribocchi ha firmato il poker personale insaccando il pallone del 5-0. Già perché Ristorante Donati era partito a razzo, segnando 4 gol nelle prime 4 occasioni create. Merito della qualità di Parolo, Tiribocchi e Budel, ma anche della troppa libertà concessa dai Titani, tramortiti dall’avvio degli avversari.

La reazione invocata a gran voce da capitan Picchi è arrivata, un po’ tardiva, ma i vari tentativi di Zoia, Cerrato e Papillo hanno trovato un Trezza quasi insuperabile. Limitone e Khamsi hanno realizzato i gol della bandiera quando ormai la finale era saldamente nelle mani (e nei piedi) dei Donati.

I Teetan si dovranno accontentare della finalina per il terzo posto, mentre Cappellini e compagni bissano l’approdo in finale dello scorso anno, dove vennero sconfitti da FC Civico Uno.

LEA Club – PwC Italy

Semifinale senza storia tra LEA Club e PwC Italy, che arrivano all’appuntamento in condizioni diametralmente opposte: giallorossi tirati a lucido, con gli innesti del portiere Migliorin e del fantasista Casiraghi, mentre i rossoneri devono rinunciare alle colonne portanti della stagione Buonaiuto-De Maria-Rossini-Caserta.

Inizio shock (per usare un eufemismo) per i PwC, che in 60’’ incassano la doppietta di Casiraghi. Con il passare dei minuti, Creanza e compagni prendono le misure, ma prima Di Davide e poi Savino sanciscono il 4-0 con cui si chiude la prima frazione di gioco. Nella ripresa, la qualità dei LEA e il venir meno delle energie dei PwC scavano un solco troppo profondo nel punteggio: ancora la premiata ditta Savino-Di Davide-Casiraghi firma altri 3 gol, prima che i rossoneri trovino il gol della bandiera con Masullo, con una “puntata” degna dei migliori giocatori di calcio a 5. Per la verità, Migliorin è costretto a sfoderare alcune parate importanti quando i vari Creanza e Barrella riescono ad arrivare alla conclusione, e quando non ci arriva lui, ci pensano i compagni a salvare le conclusioni sulla linea di porta. L’autogol di Calafiore spegne definitivamente i PwC, che incassano nel finale anche la rete di De Lucia.

Longano e compagni sono attesi dai Teetan nella finale per il 3° posto, mentre LEA – forte di un percorso fatto di sole vittoria dall’inizio del campionato – si troverà di fronte in finale Ristorante Donati.

SERIE B

AC Lonza – C’era Una Vodka 4-3

Mentre all’Etihad Studium andava in scena la partita dell’anno tra Manchester City e Real Madrid, al Masseroni 2 si sfidavano in un’altra semifinale AC Lonza e C’era Una Vodka, che si erano già incrociati in Regular Season nella vittoria per 5-4 ad opera dei russi.

Partono meglio i biancorossi, abili a far circolare la palla ma meno a concludere verso la porta di Bramati; sono però i reds a passare in vantaggio, con il sinistro dal limite dell’area di Franco. I Vodka riprendono a macinare gioco e trovano il sorpasso al tramonto del primo tempo con i bellissimi gol di Rodriguez e Camagni.

Nella ripresa il copione non cambia, ma la Lonza aumenta i giri alla ricerca del gol del pareggio. Lo trova all’11’ con un colpo di testa “alla Messi” di Barazzetta, lasciato libero di colpire sul secondo palo. 5′ minuti dopo Iacopino sfrutta una sponda di Colacone per portare avanti i suoi; poi lo stesso n.16 si mette in proprio e, approfitta di una palla vagante in area, mette a sedere il portiere e realizza il 4-2 al 20′.

Pirotta e compagni si gettano ancora più in avanti alla ricerca di due gol per andare ai rigori, ma nonostante il prodigarsi degli attaccanti, solo al 22′ Mazzola firma il 4-3 su assist di Pellegrini. Nei 2′ di recupero, il forcing biancorosso non crea pericoli al portiere Bramati e così AC Lonza può festeggiare l’approdo in finale. Per i Vodka rimane il rammarico di essere arrivati all’appuntamento più importante della stagione un po’ troppo spuntati (assenti Vitali e Palvarini), e di aver perso proprio in questa occasione la seconda partita nella serie cadetta. Per la Lonza, la promessa fatta da Riva all’inizio della seconda fase si sta per avverare: per farlo occorrerà vincere la prossima sfida. 

Sporting Ibiza – AS Crispies 8-4

Sporting Ibiza sfida la sorpresa AS Crispies nella seconda semifinale dei playoff di Serie B per determinare l’avversario di AC Lonza.

Nonostante la partenza ad handicap, dato l’autogol di La Foresta al 1′, i giovani biancorossi mettono in campo un grande dinamismo, che mette in difficoltà la retroguardia avversaria soprattutto nei calci d’angolo. Ed è proprio sullo sviluppo di uno di questi che capitan Federico Uboldi trova il gol dell’1-1. I tori caricano in avanti e vanno di nuovo in vantaggio con Panico, ma poco dopo Serafini firma il 2-2 con una conclusione dal limite dell’area.

Il muro biancorosso sembra reggere , ma nel finale del primo tempo i gialloneri mettono a segno un micidiale uno-due: con Mistretta e Matti, glaciale nel battere l’ottimo Della Penna con il cucchiaio su calcio di rigore. Nella ripresa  lo Sporting accelera e con due gol nei primi 10 minuti (ancora di Panico e di Baro) sembra chiudere la partita, ma in 3′ Fumagalli e Fabiani rimettono tutto in discussione. Le parate di Della Penna tengono vivi i Crispies, che però capitolano sotto i colpi della coppia M&M – Mistretta e Matti – che siglano l’8-4 finale.

Si ferma in semifinale la favola dei biancorossi, cresciuti esponenzialmente durante il corso dell’anno, che si troveranno di fronte C’Era Una Vodka nella finale per il 3° posto. Sporting Ibiza invece lancia la sfida ad AC Lonza e al suo bomber Colacone per l’ultimissimo atto di questa bellissima Serie B.